La Stefani – Presentazione di Sergio Lepri (appendice)

DAL 25 LUGLIO ALLA REPUBBLICA DI SALÒ
Il 1943 attraverso i notiziari dell’Agenzia Stefani

di Franco Arbitrio

Franco Arbitrio, che più volte mi ha dato una mano per il mio “1943”, fu autore con me e con Giuseppe Cultrera di “Informazione e potere in un secolo di storia italiana. L’agenzia Stefani da Cavour a Mussolini”, uscito nel 1999 nella collana “Quaderni della Nuova Antologia” di Le Monnier e nel 2001 in seconda edizione arricchita (col titolo “L’agenzia Stefani da Cavour a Mussolini”) nella collana “Quaderni di storia”, sempre di Le Monnier. Fare la storia della Stefani non fu facile. Dell’agenzia di Mussolini non esiste copia integrale del notiziario in nessun archivio pubblico o privato. Con eccezionale pazienza Franco Arbitrio riuscì a trovare parte di quel notiziario in parecchie centinaia di faldoni intestati a vari soggetti governativi e politici della Repubblica Sociale, custoditi nell’Archivio centrale dello stato.

Arbitrio ha ora messo insieme tutte le notizie allora raccolte e solo in parte usate a suo tempo per la redazione del libro sulla Stefani fascista; ne è venuto un libro storiograficamente importante per qualsiasi ricerca che si faccia sulla Repubblica Sociale; è infatti l’unica documentazione esistente dell’agenzia che ne era lo strumento di informazione.

A Franco Arbitrio ho chiesto di pubblicare, come appendice del “1943”, la parte della raccolta che si riferisce a quell’anno; è un modo per arricchire la spiegazione degli eventi che si svolsero negli ultimi cinque mesi, dopo il 25 luglio e l’armistizio dell’8 settembre.

Sergio Lepri